Maitreyi. Incontro bengalese

Traduzione dal romeno di Iuliana Batali Ciarletta

ISBN 978-88-99-06624-6
208 pagine
€ 16.00

DAL 21 SETTEMBRE IN LIBRERIA

Allan è un impiegato della compagnia dell’ingegnere Narendra Sen. Ospite in casa sua dopo una lunga degenza per aver contratto la malaria, il giovane si innamora della fi glia di Sen, Maitreyi. Tra i due nasce un amore appassionato e illecito. Il trasporto di Allan è tale che accetta di convertirsi all’induismo pur di sposarla, ma la sorella di Maitreyi, Chabu, riferisce ai genitori degli incontri notturni dei due, e Allan viene allontanato. Per dimenticare Maitreyi, Allan si ritira allora sui monti dell’Himalaya.
Nel novembre del 1928 un ragazzo romeno poco più che ventenne parte per l’India con una borsa di studio. Vi resterà quattro anni. Mircea Eliade dirà di quel suo soggiorno: «L’India mi ha formato».

Dov’è possibile acquistare il libro:

Libreria Jaca Book
Via Frua 11, 20146 Milano (Lun/Ven 9,30-19,30)
Info: libreria@jacabook.it – Tel. 02.485615.20

 

UN ESTRATTO

«Maitreyi mi pareva fiera e sprezzante.

Spesso, a tavola, le coglievo dei sorrisi distanti e un po’ maligni. Se ne andava sempre prima, a mangiare pan, e appena passava in una stanza vicina incominciava a ridere e a parlare bengalese. Non mi parlava mai quando c’erano altre persone; se invece l’incontravo da solo, ero io che non osavo farlo. Temevo di trasgredire qualche norma di quello sconosciuto cerimoniale della buona educazione indiana. Perciò fingevo spesso di non vederla e mi ritiravo in camera mia. A volte mi chiedevo cosa pensasse di me, quale animo nascondesse dietro l’espressione tanto mutevole del volto (infatti c’erano giorni in cui s’imbruttiva e giorni in cui era tanto bella
che non mi saziavo di guardarla).»

Author: calabuig

Share This Post On